I Fiori di Bach

Molto spesso, nella pratica quotidiana, mi imbatto in clienti che mi chiedono i fiori di Bach senza sapere cosa essi siano realmente e a cosa servano.
Da qui è nata l’idea di presentarvi periodicamente i rimedi floreali per avere una maggiore consapevolezza del loro utilizzo.

Ora rispondo alla prima e fondamentale domanda: COSA SONO I FIORI DI BACH?
I Fiori di Bach sono dei rimedi ottenuti dall’infusione di specifici fiori in acqua ed esposti al sole o bolliti. In tutto si conoscono 38 fiori. Il loro utilizzo è indicato soprattutto in condizioni nelle quali un’alterazione dello stato d’animo o delle emozioni è causa di sofferenza ed è capace di indurre la comparsa di manifestazioni morbose anche a livello somatico. Risultano particolarmente utili in condizioni particolari caratterizzate da ansia, angoscia, tristezza, depressione, insicurezza, ridotta autostima, gelosia, paura, preoccupazione…

I fiori di Bach si assumono stillando le gocce (generalmente 4 per 4 volte al dì) direttamente in bocca o in poca acqua, trattenendo per un minuto prima di deglutire. Privi di tossicità non interagiscono con altri farmaci e non hanno controindicazioni. Possono essere somministrati anche a bambini, piante ed animali. Molto importante è la regolarità di somministrazione; tanto più acuto è il disturbo tanto più frequente sarà la somministrazione del rimedio, mentre il numero di gocce rimane invariato.

Di seguito tutti gli articoli su I FIORI DI BACH


I fiori di Bach permettono di rimettersi in sintonia con la propria essenza, con quelli che sono i sogni e le aspirazioni più vere. Il campo su cui maggiormente agiscono i Fiori di Bach è quello dell’emotività e degli stati d’animo ma certamente, come la medicina psicosomatica insegna, la mente non è staccata dal corpo e ciò che si mostra a livello mentale ha un significato ed un’influenza anche sul piano fisico.
fiori di bachI segnali che le emozioni danno, sono solo dei segnali precedenti a quelli del corpo, vale a dire i sintomi fisici, perciò osservando e conoscendo l’aspetto emotivo e mentale si può correggere anche ciò che succede nel fisico. Fin dall’antichità c’è sempre stata una stretta unione tra il micro-cosmo (l’individuo) e il macro-cosmo (il cielo, la terra, l’universo); lo stesso dicasi anche per il corpo e la mente, è sufficiente pensare solamente per un istante a come l’organismo risponde ad una paura: tensione muscolare, dilatazione della pupilla, blocco delle capacità verbali, ecc. Tutti questi eventi mostrano come viene vissuto quell’istante, istante che non dipende solo dal corpo, ma anche e soprattutto dalla mente che percepisce quel momento come un istante in cui difendersi.

Perché proprio questa parte della pianta, cioè i fiori?
In questa parte della pianta è racchiuso tutto il potenziale della pianta stessa. Mentre le radici, il fusto e le foglie racchiudono la parte più materiale e già manifesta, e mentre il seme, ancora non manifestato, riassumere in esso tutte le caratteristiche peculiari di quella pianta, permettendo una sua riproduzione; il fiore è il ponte, il legame che simbolicamente e materialmente collega queste due parti. D’altra parte spesso, e in tante culture si è usato il fiore come simbolo d’avvenimenti ed emozioni e portatore di messaggi.
fiori di bachUnicità della floriterapia.
La floriterapia si distingue dall’omeopatia e dall’erboristeria. La floriterapia pur prevedendo le diluizioni, come l’omeopatia, non ne segue lo stesso metodo e si regge sul concetto che il bene (il fiore) cura il male (stato di disagio, malattia). L’omeopatia si basa sull’utilizzo di sostanze non solo vegetali e il principio di base è “il simile cura il simile”. L’erboristeria prevede invece l’uso di estratti di piante non diluiti e con un concetto generalmente sintomatico o di rafforzamento della costituzione fisica. La floriterapia tiene conto dell’individuo nella sua globalità e per la sua unicità. Non importa quale sia il sintomo che si presenta, ma come l’individuo si rapporta al sintomo. Lo spirito con il quale Bach iniziò la ricerca che lo portò a trovare i 38 rimedi oggi conosciuti, era fondamentalmente quello di avere un metodo semplice e naturale sia nella lavorazione sia nell’uso. Il metodo per ottenere i rimedi di Bach, prevede difatti il semplice utilizzo dell’acqua, dell’energia solare o del fuoco ed ovviamente dei Fiori. Sono raccolti in una giornata di sole, messi in acqua ed esposti per tre o quattro ore al sole, oppure quando questo per motivi stagionali non sia possibile, si mettono a bollire. Una volta che l’informazione trasformatrice del fiore si trasferisce nell’acqua, a questa è aggiunto del brandy (come conservante) e I Fiori di Bach sono pronti.

fiori di bachI Fiori di Bach, terapia vibrazionale
S’intende un messaggio vibrazionale positivo. Non è un concetto di principi attivi presenti nel fiore da un punto di vista chimico – fisico, ma piuttosto di principi energetici che ogni pianta possiede. I “semplici” vecchi erboristi dei secoli passati, si basavano proprio sulla forma, sul colore e sulle particolarità di ogni pianta per capire il campo di utilizzo. All’epoca non esistevano laboratori per la ricerca di elementi e sostanze presenti nella pianta, allora l’intuito e la capacità di entrare in contatto con la natura stessa della pianta permettevano di capire a cosa poteva essere utile. Le proprietà delle erbe tramandate dai “semplici” sono poi state confermate dagli attuali studi scientifici. Il metodo per scegliere i rimedi richiede semplicemente di conoscere gli stati d’animo corrispondenti ad ogni fiore, e quali emozioni bloccate di conseguenza si possono riequilibrare.
Non è indispensabile avere delle conoscenze medico-scientifiche o psicologiche, non era questo l’intento di Bach, che invece cercava la semplicità. I fiori di Bach sono adatti per chiunque e per qualsiasi età, la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1978 ne raccomandò l’uso a tutti gli stati membri.
I nomi dei fiori sono in inglese, come ormai sono conosciuti in tutti il mondo, non sono stati tradotti volutamente, per non creare confusione.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: